La Mosterei

Noi vogliamo lavorare la terra senza sfruttarla, sulla base della permacultura, cioè coltivare la frutta senza trattamenti, mantenere la biodiversità, salvare le varietà autoctone… Questi principi e valori garantiscono prodotti naturali, gustosi e di alta qualità.

La Mosterei - Tetti di Dronero (Valle Maira)

“Mosterei” è una parola presa dal tedesco e vuol dire “luogo dove si spremono le mele”.

In questo caso si tratta del laboratorio artigianale dell´azienda agricola di Pomero Livia, che produce succo di mela 100%, aceto di mela, aceto di pera e sidro presso la Frazione Tetti di Dronero, in bassa Valle Maira.

La frutta viene raccolta a mano dagli alberi, lavata, tritata e pressata. Il succo che esce viene filtrato meccanicamente, subisce un processo di pastorizzazione e viene infine imbottigliato (bottiglie, bag in box).

La Mosterei trasforma non solo le mele di proprietà, ma anche le mele di altri coltivatori (Lavoro conto terzi).

La nostra azienda offre la possibilità di adottare un albero e di conoscere il frutteto ed il laboratorio lavorando con noi attraverso l’organizzazione work away.

mele

Il Frutteto

Il frutteto dell´azienda è situato nella stessa Frazione (Tetti di Dronero) come il laboratorio, ai piedi del Monte Meloi, a 700 metri d’altezza.

I primi meli sono stati piantati una quarantina di anni fa: inizialmente erano alberi di mele golden e mele stark rosse, successivamente sono stati effettuati degli innesti con varietà autoctone come carpendù, renette ravè vert e buras e, come qualità supplementare, le renette grigie.

Attualmente il frutteto è in forte trasformazione verso una coltivazione ringiovanita (sempre con varietà autoctone) senza trattamenti e andando verso la forma biologica della permacultura.

La Permacultura

permacultura “La permacoltura è un metodo per progettare e gestire paesaggi antropizzati in modo che siano in grado di soddisfare bisogni della popolazione quali cibo, fibre ed energia e al contempo presentino la resilienza, ricchezza e stabilità di ecosistemi naturali.” (Wikipedia)